MENU
ESSERCI COMUNQUE: NUTRIZIONE. DERMATOLOGIA, CONVENZIONI
diagnosi precoce dei tumori, assistenza sanitaria, assistenza psicologica ai malati oncologici e ai loro famil

CoL Centro oncologico Ligure diagnosi precoce dei tumori, assistenza sanitaria, assistenza psicologica ai malati oncologici e ai loro famil ESSERCI COMUNQUE: NUTRIZIONE. DERMATOLOGIA, CONVENZIONI

ESSERCI COMUNQUE: NUTRIZIONE. DERMATOLOGIA, CONVENZIONI

Come abbiamo già scritto, a giugno scorso, le prestazioni non erogate dal SSN (interventi chirurgici, visite dermatologiche, cardiologiche, oculistiche e soprattutto oncologiche) sfioravano i  51 milioni. Se guardiamo agli  screening oncologici (mammografie, Pap test, colonscopie), quelli non effettuati sono circa un milione e quattrocentomila. Numeri impressionanti (da aggiornare!) che sarà difficile recuperare in tempi ragionevoli. Da qualche settimana anche diversi oncologi genovesi – per decisioni affannate e discutibili - sono impegnati in turni di guardia supplementari oppure destinati a reparti Covid col risultato di svuotare i servizi dedicati ai malati di tumore. Non va bene. Si continua a navigare a vista, insomma, non sapendo anticipare le mosse del virus, anche quando sono prevedibili. Alisa a cosa serve?

Per fortuna le associazioni del Terzo Settore hanno vicariato e tamponato il più possibile. Per quanto riguarda il CoL, dal 18 maggio abbiamo ripreso con regolarità le nostre attività ambulatoriali, malgrado qualche comprensibile assenza tra i collaboratori e soprattutto tra i volontari. Stiamo azzerando rapidamente le liste d’attesa che si erano formate in Dermatologia, grazie alla collaborazione di due nuove Specialiste. A breve sarà attiva una nuova convenzione con un Centro Dermatologico che potrà offrire ai nostri soci prestazioni di piccola chirurgia, videodermoscopia, laserterapia e esami micologici a tariffe scontate molto interessanti (a breve tutti i dettagli). Stiamo recuperando  anche in Senologia e Nutrizione dove però si paga ancora un po’ il prezzo dell’emergenza e delle prossime festività natalizie: perché mai - pensano tante nostre socie – investire soldi e fatica quando si sta reclusi, muovendosi di meno e mangiando di più? Sono calcoli sbagliatissimi, ovviamente:  chi “prende” 5 o 6 Kg  durante la pandemia – come ripetono medici e nutrizionisti – faticherà molto a recuperare il proprio peso ideale. Ci vorrà più tempo e disciplina, senza contare il prezzo da pagare in termini di autostima, se non, addirittura,  di depressione. Per questo i nostri soci possono telefonare  per ricevere informazioni e prenotare visite.